imageimage.jpegimage.jpeg
image-764
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

EVENTI

NOTA CRITICA

INFO & CONTATTI

INFO & CONTATTI

MENU

MENU

NEWS

EVENTI

NEWS

NOTA CRITICA

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

Il ritorno del "Seppellimento di Santa Lucia" di Caravaggio a Siracusa. A Rovereto una copiaRitrovato un cannone del '500 nelle acque di AgrigentoNuova vita ad Eraclea Minoa: avviato il il restylingSPETTACOLO: 2MILIONI PER FONDAZIONI ED ENTI, PUBBLICATO IL BANDOLa cantautrice siracusana MARU lancia il suo nuovo album "TOI"La Regione Siciliana e i GAL verso una "Rete Cultura": sottoscritto l'Accordo QuadroPMI DAY, LA GIORNATA NAZIONALE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE A SIRACUSAIl 25 NOVEMBRE, UN FIORE SOSPESO CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNELettera aperta di Confcommercio e Federazione Pubblici Esercizi al Sindaco di Siracusa ItaliaLe foto di Letizia Battaglia per Lamborghini: il caso mediatico

Gigi Proietti e le sue origini siciliane: ad una settimana dalla sua scomparsa il ricordo di un grande Maestro

2020-11-13 13:11

Francesca Brancato

News, Notizie, notabilis, eventi, cinema, teatro, Gigi Proietti, origini, omaggio,

Gigi Proietti e le sue origini siciliane: ad una settimana dalla sua scomparsa il ricordo di un grande Maestro

Le origini siciliane di Gigi Proietti e i suoi omaggi alla Sicilia

gigi-proietti-219828-1605269371.jpg

Ad una settimana dalla scomparsa del grande Maestro del teatro del cinema italiano Gigi Proietti, vogliamo ricordarlo attraverso il suo legame con la Sicilia

 

Gigi Proietti aveva origini siciliane e iblee, per la precisione di Vittoria (RG). Questo suo legame con la Sicilia è cosa poco nota ai più ed è ritornata alla luce proprio nei giorni scorsi, subito dopo la notizia della sua morte. Il nonno materno di Gigi Proietti, infatti, era di Vittoria e lavorava presso un albergo del centro cittadino della città ipparina. Il nonno materno, tale Ceci, ha vissuto a Vittoria per più di quarant'anni, prima di trasferirsi a Roma con tutta la famiglia. La mamma di Gigi si chiamava infatti Giovanna Ceci, casalinga; il padre di Gigi, Romano Proietti, era il tuttofare in un palazzo nobiliare. La famiglia viveva nella borgata del Tufello, a Roma. Nel 1958 Luigi prende la maturità classica al liceo Augusto 
e si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza, che lascerà 
a pochi esami dalla laurea. Frequenta i corsi di Teatro dell’Università. Nel 1962 incontra Sagitta Alter, guida turistica svedese, 
con la quale convivrà più di cinquant’anni e avrà due figlie: Susanna, attrice, 
e Carlotta, costumista.

 

La sua carriera è costellata di successi: dagli inizi come cantante e attore, ai primi successi cinematografici come "Il Circolo Pickwick" (1967), dall'omonimo romazo di Dickens; passando per i programmi televisivi, come i one man show, fino ai grandi successi al cinema a teatro, come il doppiaggio del Genio della Lampada nella versione italiana del film Disney "Aladdin" o quello del Gatto Silvestro nei cartoni della Warner Bros; per non parlare poi della sua scuola di teatro e del suo Globe (che da oggi prenderà, invece, il suo nome), trampolino di lancio per molti nomi del mondo del cinema e della TV italiana odierni.

 

Nella sua carriera ricordiamo anche due omaggi alla sua terra d'origine, la Sicilia: insieme ad Antonello Falqui raggiunge la vetta artistica sul piccolo schermo con il varietà girato a colori Fatti e fattacci (1975), insieme a Ornella Vanoni, Giustino Durano e Massimo Giuliani, dove interpreta il cantastorie di una scalcinata compagnia di saltimbanchi in un viaggio a puntate attraverso il folklore di quattro città italiane: Roma, Milano, Napoli e Palermo; infine, in quello stesso anno, Proietti omaggia la Sicilia cantando in lingua siciliana la celeberrima Ballata di Carini, musicata da Romolo Grano e utilizzata come sigla iniziale dello sceneggiato televisivo L'amaro caso della baronessa di Carini (1975), diretto da Daniele D'Anza, con Ugo Pagliai e Janet Agren.

 

Poliedrico, istrionico e divertente. Con quell'umorismo amaro che non era tanto per ridere, ma che faceva riflettere, alla maniera pirandelliana. Mattatore, Maestro, voce iconica di intere generazioni e volto amato della TV, Gigi Proietti avrà sempre un posto nel cuore degli italiani e dei siciliani. 

 

©riproduzione riservata 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder