imageimage.jpegimage.jpeg
mock up contemporanea notabilis
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

MENU

INFO & CONTATTI

MENU

INFO & CONTATTI

NEWS

NEWS

NOTA CRITICA

NOTA CRITICA

EVENTI

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

A OTTOBRE AVRÀ INIZIO LA NUOVA PROGRAMMAZIONE DELLA FONDAZIONE TEATRO GARIBALDI DI MODICANaxosLegge, consegnato a Laura Anello il premio Tela di Penelope per “Le Vie dei Tesori”“RADICI”: IL DIALETTO SICILIANO, TRA IPER LINGUA E AFFETTOPRESSO L'AREA ARCHEOLOGICA DI SANTA VENERA AL POZZO, ECCO “LA CURA” DEL CORO LIRICO SICILIANOCINEMA: Marzamemi perde il Cinema di FrontieraPremio Elio vittorni e Premio Lombardi tutti al femminile in questa edizione 2023LIBRI: AL PREMIO VITTORINI TRE FINALISTI E UNA MENZIONE SPECIALEGala dei numeri primi, Scialacori - Notte bianca e RadiciLa Sicilia come "regione gastronomica d'Europa"? A deciderlo una commissione in visita a RagusaModica: Palazzo De Leva diventerà un sito culturale aperto al pubblico

Il Cretto di Burri finisce su Elle Decor: cemento bianco e detriti raccontano la storia di una città scompars

2021-12-21 15:33

Francesca Brancato

News, Notizie, eventi, gibellina, Cretto di Burri, land art, arte in sicilia, valle del belice, alberto burri,

Il Cretto di Burri finisce su Elle Decor: cemento bianco e detriti raccontano la storia di una città scomparsa dalle cartine geografiche

Un viaggio nel grande Cretto di Burri che si trova a Gibellina (TP)

pino_musi__grande_cretto_di_burri_gibellina__2019.jpeg

"Il Cretto di Gibellina, titolo originale Grande Cretto, è un’opera di land art realizzata da Alberto Burri, che si trova dove un tempo sorgeva la città di Gibellina vecchia in Sicilia, tra il 1984 e il 1989".

Inizia così l'articolo della testata ELLE DECOR, uscito nel giorni scorsi, dedicato ad una delle più importanti opere di land art siciliane. Il Cretto si estende per 80 mila metri quadri ed è composto da cemento bianco e detriti. L'opera racconta la tragica storia di una città del trapanese completamente scomparsa dalle cartine geografiche a seguito di un terribile evento sismico.

Il centro storico di Gibellina vecchia venne, infatti, distrutto dal terremoto del 15 gennaio 1968, che provocò 1150 vittime, 98.000 senzatetto e danni ingenti nei sei paesi distrutti della Valle del Belice. Negli anni successivi al disastro la città di Nuova Gibellina venne ricostruita a 20 km dalle macerie del vecchio insediamento.

L’allora sindaco della città, Ludovico Corrao, per non lasciare che la violenza di quell'evento venisse dimenticata promosse quella che oggi definiremo "call to action" di artisti. Molti furono infatti gli artisti e architetti che contribuirono alle iniziative e alle opere di ricostruzione, tra questi anche Alberto Burri.

 

Sempre dall'articolo di ELLE DECOR si legge: “[...]Quando andai a visitare il posto, in Sicilia, il paese nuovo era stato quasi ultimato ed era pieno di opere. Qui non ci faccio niente di sicuro, dissi subito, andiamo a vedere dove sorgeva il vecchio paese. [...] Ne rimasi veramente colpito. Mi veniva quasi da piangere e subito mi venne l’idea: ecco, io qui sento che potrei fare qualcosa. Io farei così: compattiamo le macerie che tanto sono un problema per tutti, le armiamo per bene, e con il cemento facciamo un immenso cretto bianco, così che resti perenne ricordo di quest’avvenimento”.

Furono queste le parole dell'artista alla vista della desolazione di Gibellina. 

 

 

©riproduzione riservata

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 

www.notabilis.it  |  All Right Reserved Notabilis © 2023 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis