imageimage.jpegimage.jpeg
image-1
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

EVENTI

NOTA CRITICA

INFO & CONTATTI

INFO & CONTATTI

MENU

MENU

NEWS

EVENTI

NEWS

NOTA CRITICA

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

SEGESTA: SCOPERTO INGRESSO MONUMENTALE DELL'AGORÀINNOVAZIONE DIGITALE - COSTITUZIONE DEL POLO SIKELIARiserva di Vendicari in fiamme, l'oasi a rischioTrovato prezioso reperto archeologico a Mussomeli (CL)A Catania 40 associazioni scendono in campo per dare nuova vita a edifici dismessiIn Sicilia nasce il "Parco dello Stile di Vita Mediterraneo"Siracusa: arriva “I Siracusani e il Risorgimento” iniziativa targata “Alfio Neri per la cultura”VIA LIBERA ALLA GRADUATORIA PER LE AREE PROTETTE DI SICILIA DAL GOVERNO MUSUMECI: PRONTI 16 MILIONI"Il trittico di Camporeale": murales d'autore con protagonisti devozione e antiche maestranzeIn Sicilia le celebrazioni per la Pasqua si spostano sul web

LE VIE DEI TESORI PARTECIPA E CONDIVIDE L’APPELLO WEB DI “CULTURA ITALIAE”

2020-10-26 10:20

Francesca Brancato

News, Notizie, notabilis, eventi, cinema, teatro, le vie dei tesori, Covid-19, cultura italiae, petizione,

LE VIE DEI TESORI PARTECIPA E CONDIVIDE L’APPELLO WEB DI “CULTURA ITALIAE”

Vissi d'Art Cultura Italiae, firma anche tu la petizione in favore delle sale teatrali e cinematografiche

cultyt-2-e1588712367411-1603707600.png

In un post pubblicato sulla pagina Facebook de Le Vie dei Tesori nelle ultime ore si legge: «Le Vie dei Tesori prosegue in sicurezza. Solidarietà a teatri e cinema chiusi. Le Vie dei Tesori prosegue in sicurezza senza variazioni. Sia l’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Musumeci sia il nuovo DPCM del governo nazionale continuano a consentire le visite nei musei e nei luoghi di cultura, purché si svolgano nel rispetto delle misure sanitarie già da noi attuate in collaborazione con tutte le istituzioni e i privati coinvolti nel progetto. Ed è stata una grande gioia vedere tanti visitatori ieri e in queste ore a Palermo, Monreale, Catania, Mantova, vivere la bellezza dei tesori responsabilmente e serenamente.
Nonostante questo, non possiamo non dirci addolorati per la scelta del governo di disporre la chiusura dei teatri, dei cinema e delle sale da concerto che rappresentano un presidio culturale, civile, sociale di non minore importanza. E che avevano attuato misure di sicurezza strettissime per garantire la sicurezza dopo il lockdown. Per questo Le Vie dei Tesori ha aderito, insieme con i principali operatori culturali italiani, all’appello lanciato al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini dall’associazione Cultura Italiae guidata dal presidente Angelo Argento.
Un appello per tenere aperti teatri e cinema, sottoscritto in poche ore da oltre 20mila operatori culturali, direttori di teatri, presidenti di Fondazioni, protagonisti del mondo dell’innovazione e dell’imprenditoria».

 

In un momento molto critico come quello che stiamo vivendo attualmente, dove la salute e il sostentamento dei cittadini sono il punto focale delle discussioni politiche e delle dimostrazioni in piazza, può sembrare superfluo concentrarsi sul sostentamento del settore culturale, per quanto ancora vessato e messo in secondo piano dalle decisioni del Governo Nazionale. Perché chiudere Teatri e Cinema quando i numeri dei mesi scorsi hanno confermato che le sale (teatrali o cinematografiche che siano) non sono state luogo di propagazione del contagio? Questa è la domanda che si stanno ponendo molti, domanda alla quale , almeno per il momento, non è stata data una risposta concreta.

È così che l’Associazione Cultura Italiae ha lanciato un appello al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e agli organi di Governo, in favore e in tutela di un settore che oggi è quanto mai necessario e si è dimostrato anche sicuro.

 

L’appello web, che potete sottoscrivere al seguente link https://www.culturaitaliae.it/VISSIDARTE/ , recita: «Gentili Presidente Conte, Ministro Franceschini,
in merito all’intenzione di richiudere Teatri e Cinema contemplati esplicitamente nella bozza del prossimo Dpcm, ed eventuali altri fondamentali luoghi della cultura al momento non esplicitati, nel tentativo di scongiurarne l’approvazione che avrebbe conseguenze nefaste sull’intero comparto culturale e sullo spirito dei cittadini, richiamiamo la Vostra attenzione sui seguenti punti:

1) i lavoratori dello spettacolo dal vivo hanno messo il loro straordinario e personale impegno per riaprire Teatri e Cinema nel pieno rispetto dei protocolli per la tutela della salute. Essi sono luoghi sicuri dove il pubblico è seduto con mascherina e non parla durante la rappresentazione. L’uscita e l’entrata sono regolati e rispettano il distanziamento. Questi luoghi rappresentano oggi un esempio virtuoso di gestione degli spazi pubblici in epoca di pandemia.

2) Abbiamo riconquistato faticosamente il nostro pubblico, spesso titubante e confuso da una comunicazione altalenante e ansiogena, a riacquistare i biglietti, rassicurandolo sulla certezza degli spettacoli e sulla scrupolosa adozione di tutte le misure di sicurezza.

3) Per quanto concerne i teatri abbiamo riavviato l’attività di produzione degli spettacoli sospesi, investendo pertanto nuovamente per il loro riallestimento. Peraltro tutti i voucher emessi acquisiti per gli spettacoli se fossero annullati dovrebbero essere riemessi nuovamente per non gravare sulle casse dei teatri;

4) Abbiamo riprogrammato tournée, concerti, uscite cinematografiche assumendoci enormi rischi, investendo e scommettendo quindi anche sul futuro, malgrado lo stato di incertezza dominante;

5) Abbiamo fatto rientrare tutti i dipendenti dalla Cig, garantendo loro non solo la giusta retribuzione ma soprattutto la dignità del lavoro;

6) l’ultimo punto sul quale richiediamo la vostra preziosa attenzione è il più importante in assoluto: chi opera nel settore della cultura è consapevole dell’importanza che essa ricopre soprattutto in momenti difficili come quello che ci troviamo ad affrontare. Sarebbe un grave danno per i cittadini privarli della possibilità di sognare e di farsi trasportare lontano oltre i confini della propria quotidianità.

È soprattutto per l’importanza di non privare l’Italia del proprio immaginario collettivo che vi chiediamo a nome della Associazione Cultura Italiae che rappresento, e dunque di tutti i comparti e i generi dello Spettacolo dal vivo, dei Produttori Cinematografici, degli Artisti, degli Esercenti, delle Gallerie d’Arte, dei Musei, delle Sale da Concerto, di mantenere indistintamente tutti i luoghi della cultura aperti!

Siamo importanti per la società civile perché vi supportiamo nel vostro difficile compito istituzionale a mantenere elevato lo spirito dei cittadini, nella piena consapevolezza delle sofferenze che stanno incontrando a livello personale, familiare e professionale. È soprattutto in questa seconda ondata che ne avremmo più bisogno.

Il teatro e il cinema non possono fermarsi perché sono la riserva invisibile di senso, per la vita pubblica e individuale dei nostri concittadini.

Tuteliamo la parte visibile di questa riserva di senso.

Confidiamo in voi».

 

 

©riproduzione riservata

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder