imageimage.jpegimage.jpeg
mock up contemporanea notabilis
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

NEWS

NOTA CRITICA

EVENTI

INFO & CONTATTI

INFO & CONTATTI

MENU

MENU

NEWS

NOTA CRITICA

EVENTI

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

Il Teatro Biondo di Palermo avvia il “Progetto Itaca”MORIRE PER UN SECCHIO D’ACQUAA VINNIGNA LA VENDEMMIA NEL TERRITORIO DI MELILLI“MUORIKAMURI” È IL CONCERTO-EVENTO CON LELLO ANALFINO, ANTONIO MODICA E IL RITORNO SULLE SCENE DELLA BAND “MAS-NADA”Nelle librerie il volume "Cinema Protogiallo italiano. Da Torino alla Sicilia, la nascita di un genere (1905-1963)"Cinema di Frontiera, slitta la XXII edizione. Correale: "Difficoltà a reperire fondi"Dolce&Gabbana presentano la nuova collezione DNA con uno spot girato nei vicoli dei borghi siciliani“UNA RAGAZZA PER IL CINEMA”: Paolo Caiazzo e Francesco Monte ospiti nella Finale a TaorminaAl via la rassegna Fasola Folk Fest 2022La prima edizione del Segesta Teatro Festival infiamma l'estate siciliana

Beni Culturali: Cantiere aperto per il restauro delle pale raffiguranti San Francesco D’Assisi e San Pietro

2021-09-17 10:28

Redazione

News, Notizie, notabilis, eventi, arte, beni culturali, trapani, restauro, museo agostino pepoli,

Beni Culturali: Cantiere aperto per il restauro delle pale raffiguranti San Francesco D’Assisi e San Pietro

Un restauro in forma di "cantiere aperto" che consentirà anche al pubblico di seguire i lavori

scalone-1631866733.jpg

Ha preso il via in questi giorni al Museo “Agostino Pepoli” di Trapani l’operazione di restauro di due tavole lignee dipinte a tecnica mista (tempera e olio), raffiguranti San Francesco d’Assisi e San Pietro.

L’intervento di restauro, finanziato dall’Assessorato dei Beni Culturali e curato dalla restauratrice Belinda Giambra, porta a compimento l’opera intrapresa nel 2011 da Mauro Sebastianelli. Le due preziose opere sono attribuite al pittore viterbese Antonio del Massaro, detto il Pastura, che le avrebbe realizzate tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento.

Secondo un’ipotesi alquanto accreditata tra gli studiosi, le due tavole, la Madonna in trono con Bambino e Angeli riferita al medesimo artista, facevano parte di un polittico, oggi smembrato. Originariamente custodite nella chiesa trapanese di Santa Maria di Gesù, appartenente ai Francescani Minori Osservanti, le due opere, dopo le leggi del 1866 che comportarono la confisca dei beni agli ordini religiosi, furono trasferite alla Pinacoteca Fardelliana, e da lì, nel 1908, al Museo Pepoli.

Nei due dipinti il pittore viterbese, noto per svolgere la sua attività al fianco del Pinturicchio negli appartamenti Borgia in Vaticano, delinea con tratto sicuro i volti dei due santi, rilevandone le volumetrie con l’uso sapiente delle ombreggiature e tracciandone i lineamenti con pennellata minuziosa e sottile. Le figure, i cui solidi volumi ben si sposano con l’eleganza lineare delle vesti, campeggiano in primo piano su saldi ripiani in marmo, inserendosi entro aspri paesaggi rocciosi contraddistinti da cupi colori invernali.

«Con il restauro in corso di realizzazione si restituisce l’originario splendore a un’opera di grande pregio storico-artistico e si offre, altresì, l’opportunità di visitare il cantiere aperto. Si consolida così – sottolinea l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’identità siciliana, Alberto Samonà - una opportunità che il Governo Musumeci ha già sperimentato con successo: quella di offrire al pubblico la possibilità di seguire i lavori di restauro di opere d’arte nel momento stesso in cui si effettuano. Il cantiere aperto permette, soprattutto agli studenti e agli studiosi, di assistere a un delicato processo di recupero, seguendone le varie fasi di intervento».

Le operazioni, che si svolgeranno nella pinacoteca del Museo, all’interno della sala che ospita le pitture tardo-medievali, potranno essere seguite a “Cantiere aperto di restauro” nelle giornate di martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 17,00.

 

 

 

©riproduzione riservata 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2021 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2021 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder