imageimage.jpegimage.jpeg
image-1
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

EVENTI

NOTA CRITICA

INFO & CONTATTI

INFO & CONTATTI

MENU

MENU

NEWS

EVENTI

NEWS

NOTA CRITICA

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

Infiorata di Noto: la data dell'evento non verrà spostata e tutto si svolgerà secondo le norme anti-covidLa stagione balneare partirà a stento in tutta la Sicilia: 1 stabilimento su 5 riaprirà a partire da GiugnoLE OPERE DEL CARAVAGGIO ESPOSTE AL MU.ME. DI MESSINA ILLUMINATE CON TECNICHE INNOVATIVESerena Marchese lascia "Amici" alla semifinaleLA VILLA ROMANA (TERME DI VIGLIATORE) RISPLENDE GRAZIE ALL'INTERVENTO DI COMUNE E REGIONELA RISERVA DELLO ZINGARO RIAPRE DOPO L'INCENDIOPer la Festa della Mamma torna in piazza anche in Sicilia l’Azalea della Ricerca AIRCZō Centro Culture Contemporanee di Catania unica rappresentante italiana al Summit on European cultural politics and new digital solutionUna mostra en plein air per al Teatro Greco di Taormina, in memoria dell'artista Pietro ConsagraKINGS OF CONVENIENCE: TRE DATE IN AUTUNNO IN ITALIA, UNA A CATANIA

PARCO ARCHEOLOGICO DI SEGESTA: RIPRENDONO GLI SCAVI NELL'AREA DELL'AGORA

2021-03-31 14:09

Redazione

News, Notizie, notabilis, regione siciliana, archeologia, Parco Archeologico di Segesta,

PARCO ARCHEOLOGICO DI SEGESTA: RIPRENDONO GLI SCAVI NELL'AREA DELL'AGORA

L'ASSESSORE SAMONÀ: "GLI SCAVI, REALIZZATI CON RISORSE DEL PARCO, ESPRIMONO LA VIVACITÀ E L'INTERESSE AD UNA LETTURA SEMPRE PIÚ ATTENTA DELLA NOSTRA STORIA "

segestaagora-1617192306.jpg

È stata avviata all'interno del Parco archeologico di Segesta una campagna di scavo finalizzata a rimettere il luce il fronte relativo al prospetto orientale dell'Agorà e creare un percorso circolare di visita per i turisti lungo il portico che la contornava.
Le attività di scavo sono concentrate a rendere fruibili e visibili tutti gli elementi architettonici che compongono l'ala Nord-Est della stoà (parte caratterizzata da passaggi copertii per uso pubblico in un edificio generalmente prospiciente una piazza o una via) - finora interdetta alla visita - attraverso un percorso che sarà esplorato attraverso le indagini appena avviate.

«L'attività di ricerca e di scavo non si ferma. La ripresa della campagna di scavi archeologici avviata questa mattina all'interno del Parco di Segesta - sottolinea l'assessore dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Alberto Samonà - è espressione tangibile dell'attenzione che l'amministrazione regionale, attraverso i Parchi archeologici, rivolge ad un settore particolarmente importante della cultura e dell'identità storica della Sicilia. Le iniziative, avviate grazie alla passione della direttrice, Rossella Giglio, sono realizzate, peraltro, sotto la diretta iniziativa scientifica e finanziaria dello stesso Parco».
Il grande complesso porticato che circonda l'antica piazza, uno dei maggiori monumenti della città antica, era stato già identificato durante l'ultima campagna di scavo del 2016, diretta sul campo da Carmine Ampolo e da Maria Cecilia Parra e Rossella Giglio con le ricerche della Scuola Normale Superiore di Pisa in collaborazione con il Parco Archeologico, l'Università di Pisa e la Soprintendenza di Trapani.

«La visione della piazza antica, grande complesso monumentale disposto su terrazze digradanti secondo modelli originari dell'Asia Minore e diffusi anche in Italia Centrale, si può considerare - dichiara la direttrice del Parco Rossella Giglio - ormai unitaria. L'agorà svolse il suo ruolo di centro politico e di mercato della città tra la seconda metà del II sec. a.C. e gli inizi del III d.C., assumendo da età augustea forme proprie di un fòro romano. Dagli scavi appena avviati - precisa - non ci aspettiamo incredibili sorprese ma l'archeologia, ferma da qualche anno, saprà riprendere lo spazio che le è dovuto, a servizio della storia ma anche della valorizzazione del sito e per la migliore fruizione degli spazi monumentali».
Nella stoà Nord - uno dei maggiori portici ellenistici noti, lungo 104 m, con pianta ad ali sporgenti di 19 m. e due piani di alzato finora meravigliosamente conservati - si è completato lo scavo dell'ala Est. Articolata in più vani, vi si concentravano le funzioni di servizio, amministrative e commerciali, sfruttando anche le imponenti sostruzioni che sostenevano i due piani del colonnato. Questa soluzione architettonica è ispirata ai cosiddetti "market-buildings" noti in Asia Minore.

 

 

©riproduzione riservata 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder