imageimage.jpegimage.jpeg
image-764
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

EVENTI

NOTA CRITICA

INFO & CONTATTI

INFO & CONTATTI

MENU

MENU

NEWS

EVENTI

NEWS

NOTA CRITICA

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

I Briganti di Librino diventano protagonisti di un corto vincitore del progetto CineperiferieEmergenza Covid: Festival delle Letterature Migranti rimodula l'edizione 2020“Mi impegno a inviare a Roma una mia delibera di Governo”: il Presidente Musumeci accoglie le richieste del settore weddingIl Teatro Greco di Siracusa e Fondazione Inda in un documentario rivolto al pubblico sudamericano«Vi aspetto per celebrare l’arte»: Andrea Bocelli ricorda il suo prossimo concerto a NotoAkrai: nuovi scavi portano alla luce una domus romana, fino ad oggi sconosciutaM.A.FRA: Francavilla di Sicilia si prepara a inaugurare un nuovo museo archeologicoScoperto a Rosolini un sito di età ellenistica: i Carabinieri recuperano oltre 2mila repertiAd Avola torna "8 Marzo Evento Donna 2020"“Un libro in sospeso”: regalare libri per fornire pari opportunità agli studenti di Palermo

Efestiade 2017 : tu sai ascoltare gli altri e te stesso?

2017-06-20 12:12

Redazione

News, sicilia, musica, cantante, efestiade, thomas bonvalet, maya dunietz, giovane pianista, compositore e artista di origini israeliane,

Efestiade 2017 : tu sai ascoltare gli altri e te stesso?

NEWS “Il festival si propone di registrare le voci del profondo, viscere o memorie che siano. Vi p

NEWS

image-asset-1579712973.jpegmayadunietz-1579712973.jpgimage-asset-1579712973.jpeg

“Il festival si propone di registrare le voci del profondo, viscere o memorie che siano. Vi presta ascolto elencandole una ad una. La voce della poesia, tanto per cominciare. Per seguire con la voce ancestrale, con quella dei fantasmi, la voce perduta, la voce della memoria e quella della coscienza. Tutte possibilmente in solo, nude e crude, senza distrazioni. Così nasce l’idea di "solos", plurale di una parola semanticamente singolare, un palindromo che può essere letto anche sottosopra. D’altronde il solo è una condizione che è sempre la stessa, da qualsiasi punto la guardi. Il naturale prolungamento di questo percorso sarà affidato inevitabilmente agli echi, la coda del suono. Si prosegue seguendo il filo del discorso, toccando diverse corde sensibili”. Così si legge sul sito di Efest, Etcetera festival, in cui “la voce fa volare le parole”, in cui si viene a contatto, grazie alla musica e alla poesia con la più profonda parte di se stessi, con magia, silenzio e suoni ben diversi da quelli che ascoltiamo quotidianamente nella vita di ogni giorno. 

Da oggi fino a giovedì 22 giugno, si terrà la prima parte di “Efestiade 2017”, rassegna di musica e arte organizzata da Efest. 

image-asset-1579712973.jpegmayadunietz-1579712973.jpgimage-asset-1579712973.jpeg

Piccola digressione della sottoscritta (non senza motivo a mio parere): ricordate la splendida canzone vincitrice del Festival di Sanremo del 2001 “Luce (tramonti a nord-est)”? Un po’ zen e filosofica, un po’ orientale, piazzatasi al terzo posto tra i cento migliori brani usciti negli anni duemila, tra premi di prestigio in varie parti del mondo, composta da Elisa, che ne è stata pure la cantante, e da quel controcorrente di Zucchero Fornaciari? Nel suo incipit il brano diceva: “Parlami come il vento tra gli alberi, parlami come il cielo con la sua terra…”. Non è questo forse un invito a ritrovare (o acquisire per la prima volta) un contatto con ciò che ci circonda, con la natura, gli odori e i suoi suoni, senza maschere pirandelliane e filtri vari? Sempre la stessa canzone termina con un invito parecchio forte: “Ascoltami, ascoltami, ascoltami, ascoltati”!!! Ecco, cari amici, qui sta il punto nevralgico: noi ascoltiamo noi stessi? Prestiamo davvero attenzione agli altri? Ne siamo capaci? Quando, ad esempio, a un amico chiediamo come sta, sentiamo come risponde o è semplicemente una domanda di circostanza come un’altra, cui non dai peso? Forse la facciamo per educazione e non ci importa più di tanto quale sia la risposta? Mh… E poi… Riusciamo ad avere dei momenti per noi stessi, curare, nutrire e coccolare la nostra anima? Può essere che già i Greci avevano capito tante cose importanti (come la filosofia e la democrazia solo per citare qualcosa, ma sarebbe davvero lunga la lista) e oggi noi, che ci sentiamo così forti e sicuri, invece di andare avanti stiamo drammaticamente facendo passi indietro, rischiando di perderci in un bicchiere d’acqua ?

image-asset-1579712973.jpegmayadunietz-1579712973.jpgimage-asset-1579712973.jpeg

Questo per dire che credo che le finalità di “Efestiade” siano proprio queste! Stai attento al mondo e stai attento a te stesso, dai peso a cose che oggi sembrano non averne, come leggere un libro o “addirittura” una poesia (sì ancora ci sono poesie, cari miei… E oserei dire per fortuna!), oppure prendersi del tempo per sé, stare in silenzio a guardare il cielo o il mare o il gatto che vuole giocare con te. Scusate se è poco nell’epoca 2.0, in cui si rischia che sia più importante chattare per ore via Facebook o Messenger piuttosto che vedersi di presenza, occhi negli occhi, con un amico o con la persona che ti interessa davanti a un caffè, o in un periodo storico in cui si risponde con un’emoticon invece che a parole per esprimere le proprie sensazioni e stati d’animo.

 

 Ecco gli appuntamenti di Efestiade 2017:

 

 

 

 

Il luogo in cui si svolgeranno le manifestazioni è top secret: soltanto coloro che sono riusciti a iscriversi (50 i posti disponibili) ne sono venuti a conoscenza.

Alessandra Leone

 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder