imageimage.jpegimage.jpeg
image-764
notabilistestata1

facebook
youtube
instagram
notabilistestata1

EVENTI

NEWS

NEWS

NOTA CRITICA

NOTA CRITICA

INFO & CONTATTI

EVENTI

INFO & CONTATTI

MENU

MENU

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Notabilis è un quotidiano online esclusivamente culturale, che mette in evidenza persone, fatti ed eventi degni di nota in Sicilia. Crediamo che solo partendo da una maggiore consapevolezza culturale è possibile promuovere e costruire una Sicilia al passo con i tempi.

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

Knowhow SRL
Corso Gelone 116/C
96100 Siracusa
P.I. 01584160897

info@notabilis.it

redazione@notabilis.it

 

A PROPOSITO DI  CULTURA...

A Palermo e online arriva “Oasi e deserti” la 6° edizione del Festival delle Letterature MigrantiIl Teatro Greco di Siracusa e Fondazione Inda in un documentario rivolto al pubblico sudamericano«Vi aspetto per celebrare l’arte»: Andrea Bocelli ricorda il suo prossimo concerto a NotoAkrai: nuovi scavi portano alla luce una domus romana, fino ad oggi sconosciutaM.A.FRA: Francavilla di Sicilia si prepara a inaugurare un nuovo museo archeologicoScoperto a Rosolini un sito di età ellenistica: i Carabinieri recuperano oltre 2mila repertiAd Avola torna "8 Marzo Evento Donna 2020"“Un libro in sospeso”: regalare libri per fornire pari opportunità agli studenti di PalermoAl via, a Catania, la nuova stagione di Casa di Creta-Teatro Argentum PotabileLa scrittrice Gabriella Vergari in libreria con le sue "Magie d'amore 2.0"

Palermo tra la festa di S. Rosalia e l’evento di arte “Rosalia on the road”

2017-07-18 12:28

Redazione

News, palermo, festa, s rosalia, rosalia on the road, santa patrona,

Palermo tra la festa di S. Rosalia e l’evento di arte “Rosalia on the road”

NEWS Si è svolto la scorsa settimana, dal 10 al 15 luglio, il consueto “festino” di Santa Rosal

NEWS

image-asset-1579712886.jpegimage-asset-1579712886.jpegimage-asset-1579712886.jpeg

Si è svolto la scorsa settimana, dal 10 al 15 luglio, il consueto “festino” di Santa Rosalia a Palermo, celebrazione molto caratteristica e spettacolare, tra fede e devozione, musiche, canti e spettacolo pirotecnico fino a tarda notte, ufficialmente dichiarata dall'Istituto centrale per la demoetnoantropologia (IDEA) come patrimonio immateriale d'Italia. La festa liturgica, invece, si svolge il 4 settembre al Santuario di Santa Rosalia sul Monte Pellegrino, luogo in cui nel 1170, all’interno di una grotta, la Santa morì.  Rosalia de' Sinibaldi divenne patrona del capoluogo siciliano dopo aver salvato Palermo dalla peste nel 1625, apparendo a un povero “saponaro” Vincenzo Bonelli, il quale, disperato, voleva suicidarsi dopo la prematura morte della moglie a causa della peste nera. Quando Bonelli era sul punto di mettere in atto il suo triste volere, gli apparve una splendida donna, la quale lo dissuase dal proposito e lo condusse con sé per mostrargli la sua grotta. Gli raccomandò, quindi, di pentirsi, di informare l’Arcivescovo della città di Palermo, il Cardinale Giannettino Doria, che le ossa ritrovate il 15 di luglio del 1624 appartenevano realmente a lei, di evitare“dispute e dubbii” e di portare le reliquie in processione per la città. In tal modo la peste si sarebbe fermata e fu effettivamente così. Da allora Santa Rosalia fu scelta come protettrice della città in cui era nata, spodestando gli altri patroni della città, tra cui Cristina, Oliva, Ninfa e Agata. I Palermitani iniziarono a celebrarla con festeggiamenti, culti, messe solennie processioni (molto caratteristico quando, nella notte del 14, la statua della santa viene portata in un enorme carro trionfale a forma di barca, ormai talmente grande da non riuscire a passare per le strade del centro, ma dalle vie più esterne, arrivando fino al mare).

image-asset-1579712886.jpegimage-asset-1579712886.jpegimage-asset-1579712886.jpeg

Contemporaneamente a questa magnifica e spettacolare ricorrenza, a Palermo è tornato l’evento di arte contemporanea “Rosalia on the road”, giunto alla terza edizione, ideato dalle artiste Elisa Martorana e Beatrice Feo Filangeri, quest’ultima è discendente dai Filangeri di Cutò, una delle famiglie più nobili e antiche del Mezzogiorno d'Italia, di cui facevano parte ben tre viceré delle Due Sicilie, cardinali, statisti, importanti mecenati, artisti e letterati come Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Un progetto culturale importante con l’obiettivo di crescita e denuncia sociale attraverso lo speciale linguaggio dell’arte. Il sottotitolo scelto quest’anno è “Le Rose e le Spine”, mentre la direzione artistica è di Elisa Martorana (ogni edizione la Martorana e la Filangeri si alternano nei ruoli direttivi). Attenzione, però! Non si tratta semplicemente di opere esposte da ammirare, ma “libri su cui studiare”, svolgendosi anche diverse conferenze. 

image-asset-1579712886.jpegimage-asset-1579712886.jpegimage-asset-1579712886.jpeg

“La Santuzza di Rosalia on the road 2017 ha il volto di Ismaele La Vardera”, ha affermato alla conferenza stampa Elisa Martorana, puntando così l’attenzione sul candidato sindaco, giornalista palermitano del programma “Le Iene”,  finito al centro delle polemiche per avere di nascosto registrato la campagna elettorale, con lo scopo di fare un documentario per “fare conoscere a tutti la mala politica siciliana” come lui stesso afferma (che poi… succede solo in Sicilia? Ho i miei forti dubbi…).

La Vardera, secondo Elisa Martorana, diventa "strumento artistico" per parlare di “peste contemporanea”. Ma oggi cos’è la peste?? “Sono scelte sbagliate, popoli venduti, raccomandazioni, accordi sotto banco... Oggi la peste- continua- si chiama mala politica, false news, movimenti corrotti... Oggi è il giorno di Rossolia, oggi la peste è indicata con coraggio da chi sa ancora osare, proprio come Ismaele La Vardera. Il giovane rosso decide di sfidare i poteri forti, candidandosi a sindaco, acclamato dal web e da chi cerca voti con il cambiamento, ma quando il rosso dichiara che ha provato a curare la peste con delle telecamere nascoste ecco il putiferio, tutti pronti ad attaccarlo”.

Alessandra Leone

 

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Siracusa. Numero di iscrizione 01/10 del 4 gennaio 2010

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 

www.notabilis.it @ All Right Reserved 2020 | 


facebook
youtube
instagram

facebook
youtube
instagram
image-902

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le news e gli eventi promossi da Notabilis

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder